REDDITO DI EMERGENZA: ALCUNI CHIARIMENTI DI CONIMPRESA

Nel decreto Rilancio viene finalmente concretizzato un aiuto alle famiglie in difficoltà: il Reddito di Emergenza.

Questo sussidio consiste nell’erogazione di una quota di 400 euro fino ad un massimo di 2, corrispondente a 800 euro, ovvero fino ad un massimo di 2.1 nel caso in cui all’interno del nucleo familiare siano presenti componenti in condizioni di disabilità grave o non autosufficienti come definiti nell’ISEE.

Tale beneficio viene riconosciuto se si è in possesso dei seguenti requisiti:

  • ISEE inferiore a 15.000 euro;
  • Reddito familiare nel mese di aprire inferiore al valore del bonus stesso;
  • Patrimonio mobiliare nel corso dell’anno 2019 inferiore a 10.000 euro, elevato di 5000 euro per ogni componente familiare fino ad un massimo di 20000 euro, incrementato di ulteriori 5000 euro se presente un componente disabile;
  • Avere la residenza in Italia.

 

Le domande possono essere presentate entro fine giugno, pertanto gli interessati sono esortati a venire in possesso del proprio Isee quanto più celermente.

 

Attenzione: si consiglia di fare richiesta per l’ISEE, visto il tempo che è necessario per la raccolta documenti e elaborazione della pratica.

 

Per qualsiasi informazione e delucidazione in merito, è attivo il nostro servizio di patronato all’indirizzo mail patronato@conimpresa.com.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *